Tarifa IKO vs FAV

Tarifa IKO vs FAV

Il Presidente della Iko muove il culo.

Come da titolo si attende per fine Gennaio l’arrivo del presidente della IKO (International Kiteboardig Organization).

Perchè a tarifa?

Perchè anche quest’anno (come gli anni passati) si vocifera che dal 2018 per poter lavorare come istruttore kite in Andalusia  bisognerà avere un titolo della F.A.V.( Federazione Andalusa Vela).

Stando a quello che si dice in giro e tra gli uffici dell’amministrazione comunale di Tarifa a seguito degli incidenti accorsi l’estate scorsa sulla spiaggia di Tarifa Los Lances il Comune vuole togliersi un pò di responsabilità riversandola  tutta sulle scuole presenti nel  territorio. Questo fa gola ai locali che gestiscono alcune scuole e all’Associazione Federale andalusa F.A.V. che ne ha annusato subito il lucro.

In che modo?

Imponendo che per richiedere la licenza per lavorare come scuola Kitesurf il richiedente avere la titolazione F.A.V. come istruttore di Kitesurf, questo implicherebbe la chiusura automatica di molte scuole  sul territorio.

Perchè?

Semplice perchè il 90 % delle scuole sul territorio di Tarifa sono gestite da persone straniere

e per partecipare ad un corso F.A.V. per diventare istruttore di kitesurf  bisogna fare un equivalenza del titolo di studio scolastico secondario.

Questa equivalenza ha un processo che dura dai 6 ai 9 mesi presso il dipartimento degli studi spagnolo.

Ma non basterebbe equiparare il titolo Iko?

E’ proprio questo l’intento del presidente dell Iko (international kiteboarding Organization)

il quale  su richiesta dei due centri ufficiali Iko e di oltre 200 istruttori che ogni estate si riversano in questo territorio per lavorare vuole tentare una mediazione con il primo cittadino di Tarifa.

Questa mediazione sta nel far  riconoscere la iko e il metodo di insegnamento nei requisiti di richiesta della licenza.

Questo per lo meno per questo anno e dare la possibilità a chi vuole di avere il tempo necessario per mettersi in regola con la fav per gli anni a seguire.

Non sappiamo di preciso se vi è anche l’intenzione di richiedere anche al dipartimento superiore dell Sport il riconoscimento o la parificazione per il passaggio da iko a fav ma noi speriamo che un giorno questo avvenga.

About The Author

giovanni

No Comments

Leave a Reply

CALL NOW
SELECT LANGUAGE »